5 cause dell’ansia da separazione nei gatti siamesi

5 cause dell’ansia da separazione nei gatti siamesi

I gatti siamesi, super amichevoli e altamente sociali, sono una grande aggiunta alla vostra famiglia. È una delle poche razze di gatti intelligenti che amano passare il tempo con gli esseri umani. Infatti, il gatto siamese prospera nelle avventure all’aperto e nell’interazione umana. E quando il gatto non vuole alcuna attività all’aperto, tutto ciò di cui ha bisogno è passare un po’ di tempo in braccio al suo padrone. Ma cosa succede se non sei a casa la maggior parte del tempo? O quando siete a casa ma non siete disponibili per il vostro animale? In questo caso, il vostro gatto siamese può sperimentare l’ansia da separazione.

Ci sono diverse cause di ansia da separazione, che vanno dallo stress e dall’ansia ai problemi di routine, alla mancanza di stimoli e alla mancanza della luce del giorno. Ma la parte migliore è che puoi gestire l’ansia da separazione nel tuo gatto siamese. Tutto quello che dovete fare è capire la possibile causa dell’ansia da separazione e trovare il modo di affrontarla. E mentre cerchiamo di capire meglio l’ansia da separazione nei gatti siamesi, dobbiamo iniziare sapendo cos’è l’ansia da separazione e i segni comuni dell’ansia da separazione nei gatti siamesi.

Cos’è l’ansia da separazione nei gatti siamesi?

L’ansia da separazione è un comportamento molto comune riconosciuto tra i cani, ma anche alcune razze di gatti sono inclini all’ansia da separazione. E i gatti siamesi sono uno di questi. I gatti siamesi possono essere considerati creature indipendenti che possono tenersi occupati tutto il giorno. Tuttavia, sono una razza di gatto molto sociale. Inoltre, prosperano sull’interazione umana e preferiscono stabilire un legame profondo, soprattutto con i loro proprietari. È anche possibile che il gatto siamese stabilisca un legame profondo anche con altri animali.

Mentre la maggior parte dei genitori si gode questo attaccamento e legame con il loro gatto siamese, non si rendono conto che l’attaccamento può risultare eccessivo. E quando la persona o l’animale preferito dal vostro gatto siamese non è in giro per qualche tempo, possono iniziare a mostrare segni e sintomi di ansia da separazione.

Segni e sintomi di ansia da separazione

Non è sempre facile capire l’ansia da separazione nei gatti siamesi, ma possono mostrare alcuni segni e sintomi che vi daranno un’idea che il vostro gatto siamese può sperimentare l’ansia da separazione. Alcuni dei segni e sintomi possono includere

Urinare fuori dalla lettiera

Forse il segno più comune di ansia da separazione che il tuo gatto siamese può mostrare è lo sporcare la casa. Di solito prendono di mira le cose del loro padrone, come il letto o altri mobili. Mentre l’eccessiva minzione può indicare alcune condizioni mediche, come il diabete o le infezioni del tratto urinario, l’ansia da separazione può essere una delle possibili ragioni.

Eccessivo attaccamento

Anche se i gatti siamesi di solito preferiscono stare intorno ai loro proprietari e altri membri della famiglia, se il vostro gatto è molto appiccicoso per la maggior parte del tempo, potrebbe essere una possibile indicazione di ansia da separazione.

Ritiro sociale

Mentre i gatti siamesi di solito esprimono gioia quando incontrano i loro proprietari dopo il lavoro, se il vostro gatto siamese sembra evitarvi o nascondersi invece di salutarvi, potrebbe essere una possibile indicazione di ansia da separazione.

Toelettatura eccessiva

Quando il vostro gatto siamese sperimenta l’ansia da separazione, è comune per loro indulgere in comportamenti come l’eccessiva toelettatura o leccare. Come risultato, possono danneggiare il loro pelo, specialmente intorno alla parte bassa della schiena, all’addome, alle cosce e alle zampe anteriori. Tuttavia, la perdita di pelo può anche essere una possibile indicazione di allergie alimentari o ambientali. Quindi, è importante parlarne con il veterinario.

Perdita di appetito

Un altro possibile segno di ansia da separazione che il gatto può mostrare è la perdita di appetito. Il gatto può rifiutarsi di mangiare, soprattutto quando il proprietario cerca di nutrirlo.

Vomito e diarrea

Alcuni dei classici segni di stress nei gatti siamesi sono vomito e diarrea. Tuttavia, possono anche essere un indicatore di alcune malattie fisiche.

Altri problemi comportamentali

Oltre all’eccessivo appiccicamento, se il vostro gatto siamese sta dimostrando un comportamento distruttivo, come graffiare le porte o battere i davanzali, allora c’è la possibilità che il vostro gatto siamese possa soffrire di ansia da separazione.

Come genitore di un animale domestico, dovete ricordare che alcuni dei segni e sintomi di ansia da separazione si sovrappongono ai segni di altre condizioni di salute e comportamento. Quindi, se notate uno dei segni di cui sopra, è meglio consultare il veterinario prima di determinare che il vostro gatto siamese soffre di ansia da separazione.

Cause dell’ansia da separazione nei gatti siamesi

Ora che avete già alcuni dei segni e sintomi che il vostro gatto siamese mostra quando sperimenta l’ansia da separazione, ecco alcune delle cause dell’ansia da separazione nei gatti siamesi.

#1. Ansia e depressione

Proprio come gli umani, anche il tuo felino tende a sentirsi triste o depresso. I gatti siamesi sono inclini alla depressione perché sono una razza intelligente che prospera sull’interazione con gli umani e gli altri animali. Quando perdono la connessione umana o l’interazione con altri animali, sviluppano la depressione, che porta all’ansia da separazione.

Come gestirla?

Identificare la depressione nei gatti siamesi può essere difficile, ma una volta che il veterinario esclude tutte le possibili condizioni mediche o malattie, può suggerire di passare più tempo con il vostro animale. Nei casi in cui la vostra attenzione al vostro animale non è sufficiente, e il vostro gatto siamese sta ancora lottando con la depressione e l’ansia, il veterinario può prescrivere farmaci anti-ansia che possono essere di aiuto al vostro gatto.

#2. Ormoni legati allo stress

Lo stress non è qualcosa che solo gli umani sperimentano. Colpisce tutte le creature viventi, incluso il tuo felino. Gli ormoni legati allo stress possono essere il colpevole che scatena l’ansia da separazione nel tuo gatto siamese. Quando notate che il vostro gatto siamese è stressato o comincia a diventare ansioso non appena siete pronti ad uscire di casa, gli ormoni legati allo stress possono causare l’ansia da separazione.

A causa dell’eccessivo rilascio dell’ormone dello stress nel corpo del gatto, potete trovare il vostro gatto siamese con un mal di stomaco che si traduce in vomito e diarrea. Inoltre, l’eccesso di stress può indurre il gatto siamese a fare la pipì e la cacca in giro per casa invece che nella lettiera.

Come gestirlo?

Se sono gli ormoni legati allo stress a causare l’ansia da separazione nel gatto siamese, dovrai lavorare sulla gestione della fonte di stress. Se la vostra partenza da casa è ciò che scatena lo stress, cercate di eseguire diversi compiti in ordini diversi, in modo da rendere difficile per il vostro gatto formare una correlazione tra certi compiti che indicano la vostra disponibilità a lasciare la casa.

Inoltre, rendete anche il vostro arrivo a casa meno eccitante. E mentre sei via, assicurati che il tuo felino sia circondato dai suoi oggetti preferiti. Puoi anche provare ad usare dei diffusori per gatti che possono calmare istantaneamente il tuo gatto siamese.

#3. Separazione precoce dalla famiglia

Un’altra possibile causa di ansia da separazione nel tuo gatto siamese è lo svezzamento precoce e la separazione del gatto dalla sua famiglia. Quando i gattini siamesi sono separati dalla loro madre e dai loro fratelli in età molto giovane, perdono la connessione emotiva con la loro famiglia, che alla fine porta alla sindrome da ansia da separazione.

Come gestirla?

Anche se è qualcosa che spesso sfugge al tuo controllo, quando prendi un gatto siamese, assicurati che passi circa otto settimane con la sua famiglia prima di adottarlo.

Purtroppo, c’è poco che puoi fare per i gattini che sono orfani tranne che amarli e passare più tempo con loro.

#4. Mancanza di stimolazione

I gatti siamesi sono una razza intelligente che ha bisogno di stimoli costanti. Un ambiente privo di stimoli può portare alla depressione e all’ansia nel vostro felino, riflettendo l’ansia da separazione.

Come gestirla?

Per rendere l’ambiente più accogliente e attraente per i vostri gatti siamesi, è importante investire in giocattoli che possono tenere occupato il vostro animale mentre siete via. Inoltre, è anche importante tenere le finestre e le tende aperte in modo che il gatto possa godere del mondo esterno. Tuttavia, assicurati di prendere misure di sicurezza appropriate quando lasci le finestre aperte.

#5. L’ora legale

Potrebbe essere una sorpresa, ma l’ora legale può anche essere una potenziale causa di ansia da separazione nei gatti siamesi. Indipendentemente dal fatto che il vostro gatto passi più tempo al chiuso o all’aperto, la luce del sole gioca un ruolo importante nel determinare i suoi orari. Inoltre, i gatti sono naturalmente attratti dalla luce del sole, quindi quando c’è un cambiamento di orario, questo porta a stress e confusione per il vostro gatto siamese, che alla fine si riflette come ansia da separazione.

Come gestirlo?

L’ansia da separazione che è il risultato dell’ora legale alla fine si risolve da sola quando l’orologio interno del gatto si adatta al nuovo orario.

Parole finali

Dallo stress allo svezzamento precoce, dalla mancanza di stimoli all’ora legale, ci sono diverse cause di ansia da separazione nei gatti siamesi. Una volta identificati i sintomi ed escluse altre possibili condizioni mediche che causano questi segni, è possibile gestire l’ansia da separazione del vostro gatto. Tutto ciò che serve è un piccolo sforzo in più da parte tua. Nella maggior parte dei casi, la lieve ansia da separazione scompare senza alcun trattamento. Tuttavia, in alcuni casi, il tuo gatto siamese potrebbe aver bisogno di un intervento medico.